Ultim'ora
Commenta

Ordinata l'autopsia
per il parà cremasco
morto a Piombino

La Procura della Repubblica di Livorno ha ordinato l’autopsia sul corpo di Emanuele Vetere, il parà cremasco morto a Piombino. L’esame sarà eseguito martedì e servirà per trovare delle risposte su quanto accaduto giovedì sera, quando il giovane ha perso la vita in seguito a un salto con il paracadute eseguito da un traliccio alto 60 metri, presso una centrale Enel in disuso.

Il giovane era in forze al IX Reggimento Col Moschin, con sede alla Caserma Vannucci di Livorno ed era un appassionato di sport estremi. Quello di giovedì sarebbe stato un salto noto come base jumping, con un paracadute che aveva delle caratteristiche speciali. Ma sembra che qualcosa sia andato storto e che il paracadute si sia aperto solo parzialmente. Dovranno essere le indagini, portate avanti dei Carabinieri, a dare delle risposte certe.

Erano stati i colleghi a dare l’allarme, nella notte tra giovedì e venerdì, dopo aver atteso invano l’arrivo del collega e aver poi visto su istagramg un suo post che annunciava il lancio dal traliccio.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti