Ultim'ora
2 Commenti

Galimberti: “Ci auguriamo
che la Lombardia diventi
zona gialla nei prossimi giorni”

“Ci auguriamo fortemente che, nel corso della prossima settimana, i dati relativi all’epidemia possano ulteriormente migliorare e, di conseguenza, la Lombardia possa diventare zona gialla”. L’auspicio è del sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti, che invita tuttavia alla prudenza: “L’attenzione da parte nostra deve essere massima – spiega – per preservare i mesi di gennaio e di febbraio ed evitare una terza ondata dell’epidemia: i nostri comportamenti infatti, specialmente nei giorni delle festività, incideranno sulle settimane successive; tutti insieme abbiamo questa grande responsabilità”.

Il passaggio alla zona gialla aiuterebbe le realtà che sono oggi chiuse a causa delle restrizioni, in modo particolare i bar e i ristoranti. “Intanto – prosegue il sindaco – stanno arrivando gli aiuti da parte del Governo e della Regione; anche il Comune sta facendo il massimo; sappiamo benissimo – dice ancora Galimberti – che sarebbe necessario fare molto di più, ma è anche vero che i fondi stanziati sono significativi e che cercheremo di essere sempre vicini a tutte le categorie economiche in sofferenza”.

Per quanto riguarda gli altri contenuti del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri illustrato giovedì sera, il primo cittadino cremonese evidenzia l’importanza del ritorno della didattica in presenza al 75% per gli studenti delle scuole superiori: “Avremmo preferito una presenza totale, perché i nostri ragazzi e giovani hanno il diritto di andare a scuola, ma è comunque già un fatto positivo il ritorno al 75%. Stiamo lavorando con tutte le realtà coinvolte – dice ancora Galimberti – all’interno di un tavolo coordinato dal prefetto, per un’organizzazione adeguata del trasporto pubblico locale e anche su questo tema ci saranno presto aggiornamenti”. 

Guido Lombardi

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti