Cronaca
Commenta34

Ancora problemi con Aria, Hub vuoto, ora è l'Asst a contattare direttamente i vaccinandi

Ecco come si presentava questa mattina, prima delle 10, il salone d’attesa dell’hub vaccinale in Fiera a Cremona. Sostanzialmente vuoto, una replica della situazione vista nelle prime ore di ieri, sabato e anche di venerdì. 58 le persone che avevano ricevuto il messaggio di conferma tramite sms per oggi, domenica, dal portale regionale, e così il personale dell’Asst ha provveduto di propria iniziativa a  chiamare telefonicamente le persone che avevano dato la loro adesione, ma non hanno mai ricevuto alcun messaggio di conferma.

A differenza di ieri, però, quando l’Asst di Cremona ha sentito la necessità di appellarsi alla cittadinanza attraverso messaggi whatsapp per invitare la popolazione over 80 e il personale scolastico a recarsi a fare la vaccinazione, oggi il messaggio è opposto: nessuno deve recarsi in Fiera senza la prenotazione.

Ormai assodata la fallibilità del portale Aria – pesantemente scaricato persino dall’assessore regionale Moratti – l’Asst di Cremona sta gestendo in prima persona le chiamate, sulla base dei nominativi di coloro che avevano aderito alla campagna. Persone (sempre solo ultra80enni e personale scolastico) che avrebbero dovuto essere raggiunte dall’sms della centrale regionale di prenotazione con data, ora e luogo della vaccinazione, ma che invece non hanno ricevuto nulla oppure messaggi sbagliati, con il risultato di creare  lunghi spazi vuoti nelle somministrazioni negli hub di Cremona e Soresina.

Interessati al ‘caso’ Cremona anche le testate nazionali: stamattina in Fiera erano presenti le telecamere Rai e Mediaset oltre che dei maggiori quotidiani.

Questo il messaggio diffuso già ieri sera sulla pagina Facebook di Asst Cremona:
Avviso importante ai cittadini; alle sedi vaccinali di Cremona, Casalmaggiore e Soresina, si accede solo con l’appuntamento, che arriva via sms o attraverso una chiamata telefonica.
Vi invitiamo per cortesia a non presentarvi spontaneamente. Gli utenti senza appuntamento non potranno essere vaccinati.
Attualmente le categorie aventi diritto al vaccino sono: over80, sanitari extra ospedalieri, insegnanti e forze dell’ordine.

 

© Riproduzione riservata
Commenti