Cronaca
Commenta

Stop all'asporto di bevande
in bottiglie di vetro: l'ordinanza

Il Comitato per l’ordine e la Sicurezza pubblici, riunitosi il 4 giugno ha deciso: troppo frequenti gli episodi di ubriachezza molesta e incidenti nei luoghi della movida cremonese, quindi arriva il giro di vite. Con un’ordinanza emessa oggi, il sindaco vieta temporaneamente la vendita di bevande da asporto in bottiglie di vetro o in lattine, dalle ore 20 alle 22, a partire dal 7 giugno, nei locali di tutte le vie del centro cittadino, in particolare piazza del Comune, largo Boccaccino, piazza Zaccaria, via Solferino, Via Mercatello, via Gonfalonieri, piazza della Pace, piazza Stradivari, via Baldesio, via Monteverdi, piazza Roma e via Guarneri del Gesù. Proprio in via Monteverdi, una decina di giorni fa durante il weekend, un gruppo di ragazzi alticci aveva preso di mira l’auto di una pattuglia della Polizia Locale coprendo di insulti gli agenti e lanciando bottiglie contro l’auto.

L’ordinanza del sindaco Galimberti fa riferimento anche a questo specifico  fatto.

Il divieto di vendita di bottiglie in vetro vale anche per i distributori automatici, a partire dalle 19 e fino alle 2 e per il market Carrefour di via San Tomaso aperto 24 ore su 24, dalle ore 21 alle 2 dal momento che, si legge, “la vendita per asporto di bevande alcooliche fino alle ore 24 presso la media struttura può contribuire a facilitare l’aggregazione di persone ed il consumo smodato di sostanze alcooliche nelle altre pubbliche del centro storico”.

Potrà invece continuare la vendita di bottiglie in vetro nei plateatici dei bar e nei ristoranti.

Alla base della decisione, le indicazioni della Questura, a tutela dell’incolumità pubblica e di sicurezza urbana.

Giuliana Biagi

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti