Politica
Commenta

Pizzighettone, Moggi presenta
il programma per le elezioni

Ha presentato il proprio programma nella serata di ieri, martedì 21 settembre, il sindaco uscente di Pizzighettone Luca Moggi che alle amministrative del prossimo 3 e 4 ottobre cerca la conferma per un secondo mandato come primo cittadino del borgo murato. A sfidarlo, Giancarlo Bissolotti, candidato di “Insieme si cambia Pizzighettone”.

Moggi ha sottolineato quanto fatto nei suoi primi cinque anni alla guida dell’Amministrazione comunale, concentrandosi poi sulle proposte che metterà in atto in caso di rielezione. Per quanto riguarda i giovani, il sindaco uscente e la sua squadra si propongono di “rendere sempre più sicura, con spazi adeguati e accoglienti, e tecnologicamente avanzata” la scuola, ma anche “interventi di manutenzione straordinaria sugli impianti comunali”.

Alle famiglie sono stati “garantiti servizi in grado di rispondere alle esigenze lavorative”, mentre per quanto riguarda le persone con disabilità proposta “la copertura dei posti auto e percorsi turisti accessibili”. Moggi assicura quindi di “collaborare con l’Opera Pia Luigi Mazza per offrire un innovativo centro di aggregazione per gli anziani e per assicurare prestazioni socio sanitarie alla comunità”.

In tema di opere pubbliche, l’attuale primo cittadino punta sull’ampliamento della rete di piste ciclabili, partendo dal collegamento tra Regona e il capoluogo, oltre alla riqualificazione del Ponte Trento e Trieste dopo la caduta della passerella ciclo-pedonale. In programma anche interventi per ridurre la pericolosità delle strade, a partire dalla strada provinciale di Regona e via Cremona a Roggione.

Moggi vuole quindi “ampliare e aggiornare” il sistema di videosorveglianza, ma anche “evitare sulla nostra comunità gli effetti di un’immigrazione di massa e senza regole”. In tema ambientale, vuole “garantire un attento monitoraggio delle emissioni in aria e il potenziamento del depuratore”, oltre “ad ottimizzare una raccolta differenziata già elevata”.

Insieme ad “un piano straordinario di interventi”, la lista che appoggia il sindaco uscente vuole “avviare il recupero delle aree demaniali attraverso il Protocollo d’intesa siglato con il Parcco Adda Sud e il Consorzio Navigare l’Adda”. Dopo la prima edizione di “Mura in noir”, Moggi intende “sviluppare manifestazioni culturali” sulla stessa lunghezza d’onda e “promuovere il turismo”.

“Negli ultimi due anni – ha commentato l’attuale primo cittadino – la nostra vita è stata travolta dall’evento epocale della pandemia. Per i prossimi anni ci aspetta un lavoro impegnativo. Siamo riusciti a resistere, ad aiutare imprese e famiglie, a fare opere importanti per il nostro Comune, ad affrontare in modo nuovo le sfide che questi tempi duri ci hanno sottoposto. Ora proseguiamo insieme, con fiducia e coraggio”.

© Riproduzione riservata
Commenti