Cronaca
Commenta

Troppe richieste di tamponi, sospeso
il percorso rapido per le scuole

Contrordine della Regione sulla individuazione di una corsia preferenziale per l’esecuzione dei tamponi a carico del servizio sanitario (e quindi gratuiti per l’utenza) per alunni, studenti e personale scolastico che manifestano sintomi di una possibile infezione da  Covid a scuola. Con una nota inviata il 3 gennaio alle scuole superiori, l’Ats ha comunicato che non sarà più possibile recarsi ai punti tampone  – percorso rapido – con il modulo di autocertificazione vidimato dalla scuola, come era stato reso possibile a inizio anno scolastico, al fine di intercettare al più presto l’eventuale presenza del virus in ambiente scolastico.

La ragione sta nell’aumento esponenziale nella richiesta di tamponi delle ultime settimane, tale per cui  la direzione regionale welfare ha fornito l’indicazione di dare la priorità ai soggetti sintomatici, a quelli positivi al Covid in guarigione, e ai rientri dall’estero.

Dunque per i casi sospetti che venissero rilevati a scuola, la strada da percorrere resta quella della segnalazione al medico di famiglia, come avviene di norma  per tutte le categorie.

Intanto proprio da lunedi 10 gennaio sarà applicato un percorso differenziato presso il punto tamponi dell’Asst di Cremona, per i pazienti sintomatici con prescrizione del Medico di Medicina Generale o del Pediatra. Costoro potranno eseguire il tampone esclusivamente dal Lunedì al Venerdì (non festivi), dalle ore 13.30 alle ore 16.30.

Una scelta motivata dall’incremento dell’attività e dalla necessità di evitare la sovrapposizione degli accessi fra utenti con appuntamento e utenti con prescrizione ma senza appuntamento.
I tamponi molecolari per rilevare l’infezione da #covid1919 si eseguono solo su pazienti sintomatici attraverso la prenotazione o la prescrizione del Medico di Medicina Generale o del Pediatra.

© Riproduzione riservata
Commenti