Cronaca
Commenta

Edilizia scolastica, da Provincia
15 progetti per quasi 30 milioni

Le scuole della provincia di Cremona sono al centro di un serie di progettazioni che porteranno alla loro riqualificazione. Cinque sono quelli che sono stati inseriti nella manifestazione di interesse lanciata dalla Regione, mentre altri 10 riguardano le opere ex Legge 160, anch’esse da finanziare con fondi Pnrr. 17 milioni la prima tranche, 12 milioni la seconda, per un totale di 29 milioni, che verranno investiti sul territorio.

“La Provincia di Cremona ha presentato nuovi progetti nel settore dell’edilizia scolastica, afferenti a diverse linee di intervento su fondi regionali, nazionali e collegati al PNRR per oltre 17 milioni di euro” ha evidenziato il Presidente della Provincia di Cremona, Paolo Mirko Signoroni.

“Grazie all’assiduo lavoro degli Uffici, che stanno seguendo il repentino evolversi dei bandi collegati al Pnrr e ad altri canali, abbiamo potuto presentare alla Regione diversi progetti, che ci auguriamo possano trovare priorità nelle scelte regionali e nazionali”.

Ha continuato il Presidente della Provincia: “Inoltre la Provincia di Cremona, ha portato avanti altre progettualità derivanti dalle opportunità collegate alla ex Legge 160, che afferiscono specificatamente ora ai fondi del PNRR, per oltre 12 milioni di euro; interventi approvati, attaulmente in fase di progettazione ed altri già aggiudicati, che andranno a migliorare l’efficientamento energetico, la sicurezza, l’accessibilità agli Istituti scolastici, con la creazione nuovi spazi, per una migliore fruibilità dei locali”.

I PROGETTI CANDIDATI A MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

1 – I.I.S. Sraffa: costruzione nuova palestra. La realizzazione della nuova palestra si aggiunge al progetto del nuovo Liceo Racchetti, attualmente in corso di elaborazione progettuale, a formare un campus scolastico costituito da edifici immersi in ampi spazi a verde attrezzato, serviti sia da mezzi pubblici sia da parcheggi per mezzi privati, raggiungibili attraverso piste ciclo-pedonali già esistenti e di progetto.

La nuova palestra potrà essere utilizzata anche per attività extra scolastiche e comporterà un consistente risparmio economico in quanto potranno essere eliminate le attuali locazioni passive presso strutture private. 

Importo richiesto: 4.200.000 euro. 

2 – I.I.S. Stanga: costruzione nuova palestra. La nuova palestra sarà realizzata in un’area adiacente all’IIS Stanga, raggiungibile dall’area interna della scuola.
Attualmente la scuola non ha una propria palestra e deve utilizzare altre strutture. La nuova palestra ospiterà un campo regolamentare di pallacanestro e potrà essere ulteriormente divisa in due parti per l’attività sportiva scolastica di due classi contemporaneamente. 

Importo richiesto: 2.500.000,00 euro 

3 – I.I.S. Torriani: lavori di demolizione di porzione delle officine ex fonderia e ricostruzione ad uso laboratori ed aule didattiche. 

Sul corpo delle officine è in corso un progetto di adeguamento sismico e efficientamento energetico relativamente ad una porzione del fabbricato. La parte interessata dalla proposta di demolizione e ricostruzione risulterà a intervento concluso completamente staccata e indipendente dalla restante
parte, scelta maturata dall’esigenza di dividere sismicamente in tre parti l’edificio. Il nuovo fabbricato potrà ospitare 12 nuove aule/laboratori, di cui il complesso scolastico ha carenza, e sarà costruito con nuovi criteri sismici e in sostanziale autonomia energetica. 

Importo richiesto: 3.775.000,00 euro. 

4 – Adeguamento sismico palestra dell’I.I.S. Einaudi sito in via Bissolati a Cremona. L’intervento proposto riguarda l’adeguamento sismico del corpo Palestra, comprensivo degli spazi laboratori al piano primo posti in diretta corrispondenza della palestra. L’obiettivo è quello di “staccare” il blocco palestra-laboratori del primo piano dal resto della scuola con giunti sismici ed adeguare l’intero blocco. 

Importo richiesto 1.843.000 euro.

5 – Liceo Classico Manin: intervento di miglioramento sismico complesso scolastico.

Importo richiesto: 5.500.000,00 euro

Importo complessivo richiesto 17.818.000 euro 

I PROGETTI EX LEGGE 160

1 – Ex Scuola media Campi di Via Palestro, 29 a Cremona – Lavori resisi necessari a seguito delle indagini diagnostiche su solai e controsoffitti ed efficientamento energetico illuminazione. 250.000 euro.

2 – Polo scolastico di Via Palestro, 31 a Cremona – Lavori resisi necessari a seguito delle indagini diagnostiche su solai e controsoffitti ed efficientamento energetico illuminazione. 250.000 euro.

3 – Immobile di via delle Grazie a Crema succursale dell’I.I.S. “Pacioli” – Intervento urgente di messa in sicurezza della copertura anche a livello strutturale per garantire l’agibilità dell’aula magna. 300.000 euro.

4 – Immobile di via Borghetto – via Manzoni a Cremona, succursale dell’i.i.s. “Einaudi – lavori di adeguamento normativo e sismico del corpo di fabbrica verso via Borghetto e di completamento ristrutturazione del corpo di fabbrica verso via Manzoni. 1.800.000 euro.

5 – Edificio scolastico di Via Bovis a Pandino succursale dell’I.I.S. “Stanga”– Lavori di completamento dell’adeguamento sismico del caseificio, adeguamento sismico ed efficientamento energetico dell’edificio scolastico. 1.900.000 euro.

6 – Edificio scolastico succursale dell’I.I.S. Munari di L.go Falcone Borsellino a Crema. Lavori di miglioramento sismico. 992.433 euro.

7 – I.i.s Torriani di Cremona. L’intervento prevede l’adeguamento sismico e l’efficiantamento energetico del corpo di fabbrica delle officine. 4.130.000 euro.

8 – Immobile di via Matilde di Canossa a Crema, sede dell’I.i.s. Galilei. Lavori di sostituzione di serramenti esterni. 400.000 euro.

9 – Polo scolastico di via Palestro 35 a Cremona, sede del Ghisleri. Rifacimento completo impiantistico e distributivo funzionale di un blocco di servizi igienici con abbattimento barriere architettoniche. 300.000 euro.

10 – Immobile di via Palestro 30, sede dell’istituto Anguissola. Lavori di completamento dell’adeguamento normativo e sismico dell’immobile. 2.396.885,65 euro.

© Riproduzione riservata
Commenti