Cronaca
Commenta

Scomparsa di Idalgo Ruggeri
l'appello a Chi l'ha Visto

Mistero fitto sulla scomparsa di Idalgo Stefano Ruggeri, di Robecco d’Oglio, l’uomo di cui si sono perse le tracce dallo scorso 7 marzo. E mentre le ricerche sembrano ormai languire, i familiari (nella fattispecie il fratello, che in questo momento è ricoverato in ospedale, così come la madre) si sono rivolti a Chi l’Ha Visto, sperando che qualcuno possa fare luce sul mistero.

Come si è raccontato nella trasmissione in onda su Rai 3 nella puntata di mercoledì, l’uomo, 62 anni, ex dipendente dell’Enel di Brescia, è in pensione da un paio di anni, e all’apparenza ha una vita normalissima. Era preoccupato per lo stato di salute della madre, ma non c’era nulla che potesse far presagire una scomparsa.

L’allarme scatta nella mattina dell’8 marzo, quando il fratello, si rivolge alle forze dell’ordine affinché controllino che sia in casa e che stia bene. Ma di lui non vi sono tracce. Il telefono risulta spento e la sua auto non c’è. Viene ritrovata alcuni giorni dopo, il 14 marzo, nei pressi del Lido Ariston a Stagno Lombardo. durante le ricerche, partite il 12 marzo in seguito alla denuncia sporta dal fratello. Si trova a Brancere, vicino al fiume, motivo per cui vengono avviate le ricerche con i sommozzatori: il timore è che sia caduto o che si sia buttato nel fiume.

Secondo quanto dicono i gestori del ristorante, l’auto era parcheggiata lì dal 9 marzo, ossia dal giorno dopo la sua scomparsa. A quanto pare le telecamere di videosorveglianza del locale proprio quel giorno non funzionavano, dunque sembra impossibile capire se sia stato proprio Idalgo Ruggeri a parcheggiare lì la sua auto, e in caso affermativo cosa possa avere fatto dopo.

Le ricerche, coordinate dalla prefettura e dai Vigili del Fuoco, si erano interrotte tre giorni dopo, in quanto non vi erano elementi per circoscrivere un’area in cui poter cercare.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti