Sport
Commenta

Cremonese e Como, una rivalità
storica tra le due tifoserie

Al Sinigaglia sono in arrivo 1.300 cremonesi con percorsi blindati per evitare l'incontro tra tifosi rivali

Lo stadio Sinigaglia di Como

Quello tra Como e Cremonese è un derby lombardo caratterizzato da una forte rivalità tra le due tifoserie. Si tratta di una rivalità “storica”, le cui motivazioni originarie si sono perse nel tempo. Il derby è stato disputato principalmente in Serie C e, in misura minore, in Serie B. Le due squadre si sono incontrate in Serie A soltanto in un campionato, quello del 1984-85. Complessivamente Como e Cremonese si sono affrontate 64 volte in gare ufficiali (di cui 28 tra Serie C e Lega Pro e 20 in Serie B), con questi risultati: 24 vittorie per i grigiorossi, 20 scontri a favore del Como e 20 pareggi.

Allo stadio Zini, nel girone di andata, la Cremonese si è imposta per 2-0. In precedenza, Como e Cremonese si erano affrontate l’ultima volta in Lega Pro, nel campionato 2016-2017 (proprio quello della promozione in Serie B per i grigiorossi). E l’ultima partita giocata al Sinigaglia, dove oggi sono attesi oltre 1.300 tifosi da Cremona con uno stadio tutto esaurito, era stata vinta dalla Cremonese per 3-1. Scontri tra tifosi ci furono proprio in quella occasione, quando peraltro gli ultras comaschi esposero lo striscione “Finché morte non ci separi”. Mentre a Cremona, nella stessa stagione, era comparsa la scritta “Como infame”.

Questa sera alle 20.30 la Cremonese si gioca a Como l’ultima possibilità di passare direttamente in Serie A, che si potrebbe ottenere solo con una vittoria sul Lario e un passo falso contemporaneo di Monza o Lecce. Uno sgambetto dei comaschi nei confronti della Cremo potrebbe quindi favorire proprio i brianzoli, altri storici rivali dei tifosi lariani.

© Riproduzione riservata
Commenti