Ambiente
Commenta

Avvio lavori ex Snum: sorte segnata
per i tigli tra via Giordano e via Mosa?

Tutti da abbattere i 24 maestosi tigli che circondano l’area ex Snum tra via Giordano e via Mosa, in vista dell’avvio dei lavori per il rifacimento marciapiedi e rotatoria sperimentale? E’ quanto paventa Marcello Ventura (FdI) in merito alla ormai imminente apertura di una cantiere di cui si parla da anni, una modifica viabilistica preliminare all’insediamento commerciale sull’area dell’ex deposito della nettezza urbana.

“L’amministrazione – afferma il consigliere –  ha dimenticato (come al solito) di informare i cittadini e residenti sull’abbattimento dei 24 tigli che tutt’ora affacciano su via Giordano e via Mosa. Pare, ma attendo conferma da parte dell’amministrazione, che da lunedì verranno rimossi per far posto ad una spianata di cemento, un nuovo parcheggio ad uso di un nuovo (ennesimo) supermercato.

 

“Tutti si ricordano il taglio ‘consistente’ delle piante in via Serio e via Fulcheria, l’errore di comunicazione e le motivazioni tardive e speravamo che l’amministrazione avesse imboccato una nuova direzione. Questa volta le piante sembrerebbero sane, e il nuovo assessore Zanacchi che fa? Prima annuncia la Consulta del verde (mai convocata) e poi silenziosamente fa passare questo taglio come naturale e indispensabile? Un consiglio, si fermi, altrimenti è responsabile dell’ennesimo scempio della giunta Galimberti”.

Nell’ordinanza di inizio anno, rilasciata dal Comune proprio in previsione degli impattanti lavori che interesseranno questo comparto, si parla dell’abbattimento di soli tre tigli, lungo via Giordano tra via Mosa e via Ratti. Il marciapiede è particolarmente dissestato, con le radici delle piante che hanno reso il percorso pedonale difficilissimo da percorrere.

Le rotatorie, da progetto, dovrebbero essere due: una definitiva e più piccola tra via Mosa e via Cadore; e un’altra sperimentale, con eliminazione dei semafori tra via Mosa, via Giordano e via Bosco. gbiagi

 

© Riproduzione riservata
Commenti