Politica
Commenta

Maggioranza: "Altro che inerzia, ecco
le azioni per contenere i costi energetici"

Sul tema del caro bollette l’amministrazione comunale non è stata inerte: lo affermano i consiglieri di maggioranza Roberto Poli, Enrico Manfredini e Lapo Pasquetti, riepilogando le misure messe in atto per contenere i costi, in risposta alla polemica innescata dai consiglieri di minoranza nell’ultimo consiglio comunale (vedi link in fondo all’articolo). “Mentre i quattro consiglieri dell’opposizione (Malvezzi, Fasani, Simi e Ceraso) hanno passato i mesi estivi senza farsi sentire – è l’attacco della maggioranza –  si presume per un meritato relax, la giunta comunale non ha perso tempo per affrontare il problema degli aumenti abnormi dei costi dell’energia.
Si è lavorato su più fronti, dedicando particolare attenzione ad azioni di contenimento dei consumi energetici, fronte sul quale il Comune può intervenire direttamente. Ecco alcune delle azioni già poste in essere dall’Amministrazione Comunale o in fase avanzata di studio:

– ILLUMINAZIONE PUBBLICA: c’è un progetto di risparmio, in fase conclusiva di definizione, da condividere con Consip prima dell’attuazione
– INTERVENTI DI EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO PER EDIFICI PUBBLICI E SCUOLE : sono in corso analisi dei contratti e stimolo nei confronti degli utenti per comportamenti virtuosi
– INTERVENTI DI RISPARMIO SU PALESTRE ED IMPIANTI SPORTIVI: sono già stati fatti incontri con altri Comuni e con Società Sportive per definire interventi di riduzione dei consumi
– REVISIONE IVA PER TELERISCALDAMENTO: la lettera da inviare al governo per ottenere il taglio dell’IVA anche per gli utenti del teleriscaldamento e sul price cap sta raccogliendo le firme degli altri comuni (c’è già il sì di Bergamo, Brescia, Crema e Lodi )
– FONDI PER FAMIGLIE ED ATTIVITÀ ECONOMICHE: nella redazione del bilancio di previsione 2023 si stanno individuando fondi aggiuntivi, oltre a quelli annualmente previsti
– PROGETTO “CREMONA 20 – 30” : il lavoro prosegue con determinazione e si punta a presentare i primi progetti, anche sui temi dell’energia, già ad ottobre (gli investimenti su teleriscaldamento sono previsti)
– INCONTRI CON A2A : dopo il primo incontro nei primi giorni di settembre, a ottobre ci sarà un ulteriore passaggio; alla luce della evoluzione degli eventi, A2A comunicherà che cosa intende mettere in campo, con un’attenzione fortissima alla sostenibilità di tutti, che in questo momento è non scontata.

Con riferimento alla proposta fatta dai 4 consiglieri di destinare i fondi della Fondazione LGH ad aiuti alle imprese, si precisa prima di tutto che si tratta di un milione di euro all’anno (non 3) e che questo importo è destinato a tutti i 5 territori coperti da LGH; inoltre l’importo è già stato indirizzato su progetti utili anche per l’innovazione in termini ambientali e di efficienza energetica (per Cremona è stato finanziato il centro di innovazione agro zootecnica).

Nel Consiglio Comunale del 19 settembre, come maggioranza abbiamo presentato un ordine del giorno per sostenere e rafforzare l’azione della Giunta su questo tema così impattante per tutti: famiglie, imprese, pubbliche amministrazioni.
Ci aspettavamo ed auspicavamo un contributo propositivo dell’opposizione per arricchire e potenziare le proposte, visto la tanto sbandierata centralità del Consiglio Comunale fatta dall’opposizione. Invece in Consiglio Comunale non è arrivato nessun contributo e c’è stato un voto di astensione sull’ordine del giorno della maggioranza.
Non dimentichiamo poi che risulta paradossale che esponenti di Forza Italia, partito che ha provocato la caduta del governo Draghi, adesso pretendano che vengano trovate soluzioni e proposte per affrontare questo tema, quando avrebbe potuto esserci in carica un governo competente e riconosciuto a livello internazionale, che avrebbe affrontato con i pieni poteri questa emergenza”.

© Riproduzione riservata
Commenti