Cronaca

"Eventi programmati a discapito del
commercio": prime grane per Virgilio

Dure accuse all'amministrazione comunale da poco insediata da parte dei vertici di Confcommercio per le difficoltà di accesso e parcheggio nella zona dello shopping in concomitanza con il corteo del CremonaPride proprio nel primo giorno dei saldi.

Il colorato corteo che ieri ha invaso il centro cittadino

Prime grane per la neonata amministrazione comunale guidata da Andrea Virgilio. A pochi giorni dall’insediamento e con un assessore fresco di nomina, arrivano le accuse di Confcommercio per la concomitanza dell’avvio dei saldi (tanto attesi dopo una primavera piovosa e di merce invenduta in magazzino)  con manifestazioni quali il Tanta Robba Festival, il cui inizio  al Parco del Po è coinciso con gli eventi in centro del primo Giovedì d’estate, dirottando in serata tante persone fuori dalle tradizionali aree dello shopping; e soprattutto il CremonaPride, con un corteo per il centro città che ieri ha creato difficoltà di accesso e di parcheggio.

“Arriviamo da un momento difficile – spiega Marco Stanga, presidente provinciale di Federmoda e vice presidente di Confcommercio – e la chiusura del centro proprio nel periodo clou per i nostri negozi sa un po’ di beffa. Al mattino è andata abbastanza bene, ma il pomeriggio, a causa delle limitazioni imposte dalla manifestazione autorizzata dal comune, è stato molto sottotono”.

“I saldi – prosegue Stanga – sono un evento tradizionale e prevedibile con largo anticipo. L’amministrazione comunale avrebbe dovuto tenerne conto nella programmazione prima di autorizzare la manifestazione, contro cui non abbiamo nessun problema. Si tratta di una questione di calendario e di un certo disinteresse verso il commercio da parte dell’amministrazione comunale, situazione che stiamo sottolineando da tempo”.

Lo stesso Stanga aveva già espresso questi concetti nella giornata di ieri.

Poi il presidente di Confcommercio Provincia di Cremona, Andrea Badioni: “Ho già avuto un colloquio personale con il neo sindaco Andrea Virgilio. A lui ho chiarito che ci aspettiamo un cambio di rotta rispetto a queste dinamiche. Non è accettabile che un’amministrazione che vuole rilanciare Cremona non sappia programmare e uniformare al meglio gli interessi di tutti. Anche lo svolgimento del Tanta Roba Festival, a cui il comune concede un sostanzioso contributo economico, lo stesso “Giovedì” di esordio dei nostri “Giovedì d’Estate” è un controsenso che non unisce le intenzioni ma genera solo caos e confusione, penalizzando le iniziative dei commercianti del centro. Ci auguriamo un cambio di metodo deciso e la possibilità di partecipare a tavoli di co-progettazione che siano finalmente utili”.

Dello stesso avviso è il presidente di FIPE-Confcommercio Provincia di Cremona, Alessandro Lupi, che rimarca: “C’è necessità di un maggior coordinamento e di regole certe e chiare per tutti. È bene garantire un’offerta di animazione ampia e rivolta a tutti i target, ma auspichiamo che il comune inizi un percorso di vera condivisione e sia in grado di garantire più collaborazione a tutti i soggetti che siedono ai tavoli e che chiedono semplicemente di poter fare il proprio lavoro senza dover partecipare, ogni volta, a una competizione di salto agli ostacoli”. gbiagi

© Riproduzione riservata
Caricamento prossimi articoli in corso...