Cronaca
Commenta2

Ina Assitalia intenzionata a lasciare la sede: problemi con parcheggi e accesso ztl

L'agenzia Ina Assitalia (ora gruppo Generali) di Galleria XXV aprile, intenzionata a lasciare, da settembre, gli uffici che occupano tre quarti del primo piano dell'immobile, per trasferirsi in una zona più decentrata della città e risolvere così i problemi legati a sosta e accesso alla ztl.

L’agenzia Ina Assitalia (ora gruppo Generali) di Galleria XXV aprile sta valutando di spostarsi in una sede alternativa, fuori dal centro storico. Il trasferimento sarebbe operativo dal prossimo settembre e lascerebbe vuota una parte importante della Galleria, visto che gli uffici occupano tre quarti del primo piano dell’immobile. Ina Assitalia opera in Galleria da sempre, da quando la compagnia era ente assicurativo di Stato e deteneva immobili in tutta Italia: Galleria XXV aprile era uno di questi, fino a quando venne decisa la vendita frammentata.

La decisione sembra ormai irrevocabile anche se manca ancora l’ufficialità. Una sede alternativa sarebbe già stata trovata, con dimensioni paragonabili a quella che viene lasciata, più per ragioni logistiche che di altra natura. “E’ vero, quella del trasferimento è una opzione reale, anche se mancano ancora alcuni tasselli; da un certo punto di vista dispiace lasciare questa sede, dove stiamo usufruendo di un contratto d’affitto davvero vantaggioso”, spiega Stefano Giordano, contitolare dell’agenzia da un decennio. “Negli anni siamo molto cresciuti, quando sono arrivato a lavorare qui (circa 15 anni fa, ndr) eravamo in 10-12, oggi siamo a quaranta persone nei vari ruoli”. Quella che verrebbe trasferita è la direzione, situata al primo piano dello stabile, con due ingressi, da corso Campi e da corso Cavour. Occupa praticamente tutti gli uffici che costeggiano le due strade.  C’è poi un ufficio vendite con ingresso dal lato taxi, che dovrebbe rimanere per soddisfare la clientela già abituata alla mobilità in centro storico. Ma per chi si sposta in auto, l’ubicazione non è delle migliori. Tra i motivi del trasferimento c’è infatti la difficile raggiungibilità della Galleria, in piena zona a traffico limitato nella quale, dallo scorso settembre, non è più possibile transitare con l’auto fino alle 4 del pomeriggio. Questo rende la vita un po’ più complicata ai clienti da fuori zona. C’è poi la questione agenti: per loro spostarsi più volte con l’auto rappresenta la normalità e non poter parcheggiare il mezzo nelle vicinanze dell’ufficio è un problema. Tanto più adesso, che i parcheggi prima a rotazione attorno alla Galleria, sono diventati riservati ai residenti. Insomma, molto più semplice ricollocarsi dove non non esistono limitazioni al traffico e alla sosta, o anche solo situazioni di incertezza normativa, ogni volta che cambiano i regolamenti. Altre compagnie assicurative negli ultimi anni hanno abbandonato il centro storico. Le stesse Generali, già proprietarie dell’immobile ex farmacia centrale, lo hanno messo in vendita preferendo per le loro agenzie, spazi più ristretti.

ina - dentroGli uffici Ina occupano complessivamente quasi 700 mq. La loro chiusura porterebbe ad un ulteriore svuotamento di questo grande contenitore sempre al centro dell’attenzione, quanto meno per la posizione centralissima, ma anche per le sue problematicità, a cominciare dall’assenza di garage sotterranei e dal veto a realizzarli. A breve sotto la cupola centrale aprirà la friggitoria The Chips House, mentre una pizzeria ristorante è attesa nei locali ex Esprit. Il plateatico non sarà un problema per la prima, trattandosi di un locale da asporto che collocherà solo alcuni tavolini, ma all’interno del locale.

g.biagi

© Riproduzione riservata
Commenti