Commenta

Rinnovi comitati
quartiere, al voto con
il vecchio regolamento?

Si dovrà aspettare molto probabilmente dopo il referendum regionale sull’autonomia (22 ottobre) per arrivare ai rinnovi nei quartieri con direttivo scaduto e cioè il Quartiere Po (dove pare sarà necessaria un’assemblea visto che non esiste più un direttivo dopo le dimissioni in blocco di maggio), S. Ambrogio – Incrociatello; Cavatigozzi; Zaist; Maristella; Cascinetto – Giuseppina. Infatti tutte le forme di consultazione popolare per incarichi elettivi, come appunto i direttivi dei quartiere, non sarebbero sovrapponibili con l’appuntamento di natura politica con le urne, fortemente voluto dal presidente Maroni che proprio a Cremona aveva firmato il decreto di indizione del referendum lo scorso 29 maggio.

Con le ferie estive, inoltre, ha subìto uno stop l’iter per la revisione del regolamento, la cui bozza era stata consegnata ai referenti dei quartieri dal Comune, per osservazioni, all’inizio dell’estate. I quartieri hanno consegnato un documento e ora attendono una nuova convocazione, o almeno una risposta in merito alle loro proposte. Una prima riunione tra quartieri e amministrazione si era svolta a inizio giugno, poi più nulla.  E visto che l’iter per l’approvazione  del documento è abbastanza lungo (prima passaggio in giunta, poi in commissione, poi in consiglio comunale) è probabile che le nuove elezioni si svolgeranno ancora con il vecchio regolamento. Che comunque, assicura l’assessore ai rapporti con le periferie Rosita Viola, non contiene modifiche ala parte che regola le elezioni.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti