7 Commenti

208 persone controllate e
7 sanzioni per la campagna
contro le deiezioni canine

Prime conseguenze della stretta della Polizia Locale del Comune di Cremona per contrastare l’abbandono di deiezioni canine e per favorire un corretto comportamento da parte dei proprietari. Nel corso dell’operazione, partita qualche settimana fa, gli agenti, nelle complessive 30 ore di servizio dedicato impiegate, hanno controllato 208 persone. 15 le pattuglie di agenti in divisa e in borghese coinvolte impegnate in questa iniziativa nelle ore di maggiore circolazione dei cani.

Le zone da controllare sono state individuate in collaborazione con Linea Gestioni e hanno riguardato sia il centro che la periferia. 7 sono le sanzioni applicate: 3 a proprietari che non avevano con loro gli appositi sacchetti, 2 a proprietari che circolavano con il cane non al guinzaglio, 2 a proprietari che non hanno raccolto le deiezioni canine. Le sanzioni, recentemente inasprite e che vanno da 50 a 165 euro, sono state applicate in base al Regolamento approvato nelle scorse settimane e a quanto disposto dalle legge 689/81 sul pagamento in misura ridotta.

“Il rapporto tra il numero dei controlli e quello delle sanzioni (il 3,3% dei controllati ha tenuto comportamenti scorretti) – si legge in una nota dell’amministrazione –  fa emergere che la maggior parte dei proprietari dei cani sono rispettosi del bene comune. In generale, i proprietari di cani controllati hanno dimostrato apprezzamento per l’operazione e hanno fornito alla Polizia Locale informazioni utili per individuare casi di comportamenti non corretti.

L’azione degli agenti prosegue anche facendo tesoro delle segnalazioni dei cittadini e si inserisce in un complesso di azioni che l’Amministrazione comunale, in sinergia con Linea Gestioni, ha fortemente voluto per favorire comportamenti rispettosi: inasprimento delle sanzioni, campagna di sensibilizzazione denominata ‘Lo faresti a casa tua?’ e posizionamento di 10 cestini per le deiezioni canine con appositi sacchetti”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Mirko

    Era ora…..bisogna far capire alla gente che nel 2018 è possibile vivere da persone civili

  • Roberto

    A casanova del morbasco, c é uno con un grosso cane nero che tutte le sere fra le 20,30 é le 21, lo porta a scaricarsi nel nuovo parco giochi davanti al cimitero. Se qualcuno del comune di sesto legge, fate qualcosa, non é giusto che i bimbi si imbrattono di m…. Grazie

    • un fascio di luce

      al parco Sartori e al parco Po invece ci sono gli “esuli” di Bucarest e dintorni che lasciano le loro deiezioni nel parco a tutte le ore. nel parco del morbasco e nei giardini di piazza roma invece ci sono senegalesi & friends… chissà se le 15 pattuglie, nelle 30 ore totali, sono passate nei parchi pubblici.
      in ogni caso, è una iniziativa pregevole.

      • Sorcio Verde

        Tanto anche se li beccano a loro non possono fare nulla, le multe non le pagano, in prigione non ci vanno neanche per reati gravi, non rimane che multare il cremonese sporcaccione e farci la campagna stampa pre-elettorale.

  • Stefano Bocci

    Vige anche il divieto di gettare in terra i mozziconi delle sigarette; quante multe sono state fatte, in proposito? Perché colpire solo i proprietari di cani, sebbene giusto se non rispettano la legge?

  • mirko ansaldi

    tutto giusto!!facessero però anche più zone per i nostri amici a 4 zampe,invece di fare il parco delle farfalle(in zona PO)penso che la città abbia altre priorità su cui concentrarsi.

  • Dixi

    Io la multa la darei anche a chi sputa in terra non vi dico via Palestro e dintorni che skifezza