Ultim'ora
7 Commenti

208 persone controllate e
7 sanzioni per la campagna
contro le deiezioni canine

Prime conseguenze della stretta della Polizia Locale del Comune di Cremona per contrastare l’abbandono di deiezioni canine e per favorire un corretto comportamento da parte dei proprietari. Nel corso dell’operazione, partita qualche settimana fa, gli agenti, nelle complessive 30 ore di servizio dedicato impiegate, hanno controllato 208 persone. 15 le pattuglie di agenti in divisa e in borghese coinvolte impegnate in questa iniziativa nelle ore di maggiore circolazione dei cani.

Le zone da controllare sono state individuate in collaborazione con Linea Gestioni e hanno riguardato sia il centro che la periferia. 7 sono le sanzioni applicate: 3 a proprietari che non avevano con loro gli appositi sacchetti, 2 a proprietari che circolavano con il cane non al guinzaglio, 2 a proprietari che non hanno raccolto le deiezioni canine. Le sanzioni, recentemente inasprite e che vanno da 50 a 165 euro, sono state applicate in base al Regolamento approvato nelle scorse settimane e a quanto disposto dalle legge 689/81 sul pagamento in misura ridotta.

“Il rapporto tra il numero dei controlli e quello delle sanzioni (il 3,3% dei controllati ha tenuto comportamenti scorretti) – si legge in una nota dell’amministrazione –  fa emergere che la maggior parte dei proprietari dei cani sono rispettosi del bene comune. In generale, i proprietari di cani controllati hanno dimostrato apprezzamento per l’operazione e hanno fornito alla Polizia Locale informazioni utili per individuare casi di comportamenti non corretti.

L’azione degli agenti prosegue anche facendo tesoro delle segnalazioni dei cittadini e si inserisce in un complesso di azioni che l’Amministrazione comunale, in sinergia con Linea Gestioni, ha fortemente voluto per favorire comportamenti rispettosi: inasprimento delle sanzioni, campagna di sensibilizzazione denominata ‘Lo faresti a casa tua?’ e posizionamento di 10 cestini per le deiezioni canine con appositi sacchetti”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti