Commenta

Ex Macello, approvata
variante parziale al Pgt
'Favorire gli insediamenti'

Favorire ulteriormente l’insediamento di imprese e di servizi nel comparto dell’ex Macello, in corso di demolizione da parte di AEM, e sui lotti vicini. E’ questo l’obiettivo della variante parziale al PGT (Piano di Governo del Territorio, ndr) approvata dalla Giunta. Grazie a tale decisione, vengono rimodulate le opere di urbanizzazione in modo da comprimere i costi a carico dei soggetti che attueranno gli insediamenti. La rimodulazione consiste nella revisione delle categorie di opere di urbanizzazione.

In particolare, il Comune di Cremona, tramite contributi da ricercare nell’ambito delle opere di messa in sicurezza idraulica e idrologica, si farà carico dell’ammodernamento delle infrastrutture idrauliche e della copertura del Cavo Cerca, mentre la ricollocazione delle cabine dell’energia elettrica, se necessaria, sarà a carico, come onere, ai soli comparti interessati. Inoltre, nelle opere di urbanizzazione primaria sono comprese – anche per quanto riguarda i sottoservizi – le dorsali di via dell’Annona e via del Macello, mentre le altre ricadono all’interno delle opere di urbanizzazione secondaria.

Tutto questo comporta una significativa riduzione degli oneri di urbanizzazione primaria a carico degli investitori. Un altro impulso allo sviluppo del comparto dell’ex City Hub dove è sorto oltre un anno fa il Polo delle Tecnologie e che è già oggetto di incentivi. “Su questo comparto – dichiarano il Sindaco e l’Assessore Andrea Virgilio – ci stiamo muovendo con grande concretezza così da renderlo attrattivo per le imprese. Pertanto dopo le agevolazioni già avviate, questa variante consente un ulteriore riduzione degli oneri a beneficio di chi vuole investire”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti