Un commento

West Nile Virus,
nuovo caso di
contagio a Vescovato

E’ allarme West Nile Virus: dopo il caso di Cremona, la presenza del virus è stata riscontrata anche a Vescovato, dove una persona ha presentato i sintomi del temibile virus.

La Direzione del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria dell’Ats ValPadana, nel pomeriggio di lunedì 3 settembre, ha informato il Comune di Vescovato in merito alla presenza di un caso sintomatico di persona affetta da West Nile Virus (trasmessa principalmente da zanzara del genere Culex). Immediatamente, come previsto dalle prescrizioni sanitarie, il sindaco Maria Grazia Bonfante ha quindi disposto la disinfestazione del quartiere interessato, che è quello che fa riferimento alla via Viazzola, attraverso un protocollo di emergenza sanitaria, il quale prevede che il  sindaco, a scopo preventivo, disponga l’attivazione delle procedure di disinfestazione straordinaria in un raggio di 200 metri dal luogo presunto d’infezione.

Nella mattinata di martedì un dipendente comunale si occuperà della divulgazione dell’informativa porta a porta degli accorgimenti consigliati da adottare, mentre la disinfestazione sarà effettuata da ditta autorizzata mercoledì 5 settembre alle ore 4 della mattina.

La West Nile Disease (WND) è una malattia che viene trasmessa dalla puntura di zanzare appartenenti al genere Culex. Il ciclo naturale del virus prevede il passaggio dell’agente patogeno dalla zanzare ad un elevato numero di specie di uccelli selvatici. Il virus può infettare diverse specie, tra cui mammiferi, uccelli e rettili. Tra i mammiferi l’uomo e il cavallo possono manifestare dei sintomi clinici. In particolare la maggior parte delle infezioni nell’uomo decorre in modo asintomatico.

lb

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Betty

    Avanti di questo passo forse qualcuno si deciderà a fare una disinfestazione totale di tutta la val padana! Siamo a dei livelli davvero allucinanti…le zanzare sono sempre di più, anno dopo anno!