Commenta

Hospice, fino al 2024
confermato
affidamento all'Accd

L’Hospice di Cremona affidato ufficialmente all’Accd. Lo ha deliberato nei giorni scorsi il direttore generale dell’Asst di Cremona, Camillo Rossi, dopo aver preso atto che l’offerta dell’associazione, Rti Accd Onlus/Società Dolce Soc. Coop, è risultata quella più vantaggiosa. La nuova, ma in realtà vecchia, gestione avrà una durata di sei anni, e prenderà il via il primo gennaio del 2019, per scadere il 31 dicembre 2024. In tutto per un imposto complessivo pari a 8.636.522 euro. Il servizio comprende assistenza di cure palliative in Hospice residenziale e servizio di assistenza domiciliare di cure palliative.

Un gran successo, dopo le tante preoccupazioni più volte espresse dal presidente dell’associazione, Antonio Auricchio. Un’associazione che nel corso degli anni si è specializzata nella gestione della struttura e che ha accumulato un’ampio bagaglio di esperienze e di competenze nella somministrazione delle cure palliative ai pazienti terminali o in fase avanzata della malattia, oncologici e non.

Dal 1986, infatti, l’Accd promuove e coordina un programma di cure a domicilio per malati affetti da cancro ed altre patologie cronico degenerative in fase avanzata e terminale. .

lb

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti