Commenta

Fornace Frazzi, transennata
per ragioni di sicurezza
anche la seconda ciminiera

E’ transennata da alcuni giorni la zona attorno alla vecchia ciminiera della fornace Frazzi, la più piccola tra quelle sopravvissute alla lottizzazione che negli anni Ottanta ha dato origine al supermercato Coop, l’altra è quella che sovrasta l’Arena Giardino poco più avanti. La recinzione deriva da una nota inviata dalla Prefettura al Comune. Erano stati alcuni passanti a segnalare lo stato della struttura al gestore dell’Arena Giardino Giorgio Brugnoli, che a sua volta aveva fatto scattare i controlli dei Vigili del Fuoco. In particolare, pare che siano le travi della copertura a presentare problemi di vetustà. “E’ quello che accade quando non c’è manutenzione”, afferma Brugnoli che più volte ha segnalato lo stato di abbandono dell’altro comparto delle vecchia fornace, quello che incombe sul cinema all’aperto. Tutta la zona attorno alla ciminiera, esterna all’arena, è stata dichiarata inagibile dallo stesso Comune  quasi tre anni fa, ma lavori di ripristino non ne sono stati fatti. Troppo costosa la sistemazione di questo manufatto di archeologia industriale, su cui il Comune non può intervenire con fondi propri e che a scadenza di concessione potrebbe anche mettere a bando. Nel 2016 la convenzione era stata rivista e, anche in considerazione dello stato dell’edificio, il Comune ha applicato una riduzione del canone annuo di locazione da 3000 a 1500 euro.  g.biagi

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti