Un commento

Cremona si ricompatta per
la UTIN: anche Zagni (Lega)
sabato davanti all'ospedale

Di fronte alla prospettiva del declassamento della UTIN, la politica cremonese prova a ricompattarsi. Anche Alessandro Zagni, consigliere comunale della Lega al governo in Regione, infatti, ha annunciato la sua partecipazione al flash mob davanti all’ospedale di Cremona previsto per sabato 7 dicembre che Cremona1 e CremonaOggi seguiranno in diretta video. Attraverso un post sul proprio profilo Facebook, infatti, Zagni ha spiegato: “Sono padre di due bimbi piccoli, e anche per questo la vicenda della Terapia Intensiva Neonatale mi tocca da vicino. E’ una questione delicata e importante per Cremona e per i cremonesi, e trovo mortificante che qualcuno la riduca a un pretesto per fare propaganda politica contro la Lega. La Regione sta applicando una direttiva ministeriale del 2015, ma a prescindere da questo c’è un territorio che ha qualcosa da dire e che vuole essere ascoltato: ecco perchè i rappresentanti della Lega si stanno dando da fare per trovare una soluzione ad una questione complessa”.

Il consigliere leghista poi si chiede: “A Cremona manca spesso la capacità di fare squadra con il suo territorio: perché i bambini di Crema vengono mandati a Pavia e non al Maggiore? Perché Brescia avrà due terapie e Cremona rischia di perderla? La Lega sta lavorando per portare a casa un risultato, ma serve il lavoro concreto ai tavoli di tutti i rappresentanti politici a tutti i livelli, non basta manifestare solidarietà sui giornali. La salute non ha colore politico: per questo sabato mattina davanti all’ospedale ci sarò anche io”.

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Le domande le devi fare ai tuoi compagni di partito… Al tuo ex governatore azzurrino ai domiciliari… Su dai, State devastando la sanità lombarda, esattamente come avete fatto con il trasporto ferroviario.