3 Commenti

Utin, nuovo presidio davanti
alla Provincia in occasione
della visita di Gallera

La manifestazione di sabato scorso davanti all'ospedale

Continua  la grande mobilitazione dei cremonesi contro il declassamento della terapia intensiva Neonatale dell’Asst di Cremona. Gli stessi organizzatori del flash mob di sabato 7 dicembre hanno organizzato un nuovo presidio per tutti i cittadini  per giovedì 12 dicembre alle 14.30 davanti  alla Provincia di Cremona in Corso Vittorio Emanuele in concomitanza con l’incontro dell’assessore regionale alla sanità Giulio Gallera con il presidente della Provincia Signoroni, i rappresentanti politici e della sanità locale.

Il presidio per chiedere l’immediata sospensiva della esecutività della delibera regionale.  Gli organizzatori chiedono ai rappresentanti dei partiti di intervenire senza simboli o bandiere per sostenere la battaglia delle mamme con spirito civico apartitico e apolitico. Giovedì verranno nuovamente distribuiti i fiocchi gialli, simbolo di questa battaglia.

Fband

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Acciaio Rapido

    È ammirevole L impegno di queste mamme, ma ormai il destino è scritto. E anche se i politicanti fanno la sceneggiata per farsi notare, il reparto chiuderà, per loro è più importante investire in risorse.

  • rebelot

    facciamo un articolo al giorno?

  • Ben

    Il reparto non chiuderà, lo dicono anche gli stessi medici della struttura, più che altro non si potrà più parlare di terapia intensiva bensì sub-intensiva, vale a dire che i casi più gravi saranno trasferiti a Brescia, cosa che peraltro avviene già ora. La vera domanda da farsi è: quali investimenti Regione Lombardia vorrà fare sul nostro ospedale? Sarà potenziato per diventare il punto di riferimento della bassa lombarda, o diventerà un mero presidio locale?