Ultim'ora
14 Commenti

Colonia felina distrutta,
accertamenti di Ats, presto
ricostruzione dell'habitat

Sono in corso gli accertamenti da parte di Ats Valpadana sulla situazione della colonia felina lungo il Po, distrutta dai lavori messi in piedi da Aipo: lo scopo del Distretto veterinario di Cremona, coordinato dal dottor Pierpaolo Griffini, è quello di definire eventuali responsabilità in merito a quanto accaduto, ma soprattutto di ricostituire al più presto la colonia per consentire ai gatti di vivere in sicurezza.

“La colonia felina di largo Marinai d’Italia, è regolarmente censita da Ats e registrata in comune, come tutte le colonie del territorio” sottolinea Griffini. “Questi felini sono tutelati da leggi sia nazionali sia regionali quindi non possibile spostarli quando e come si vuole: per spostare una colonia, solo per validi motivi, è necessario presentare una richiesta al sindaco, che di concerto con l’Ats stabilisce come procedere”. E se il cantiere rientrava sicuramente tra i validi motivi, in questo caso è mancata qualsivoglia comunicazione. “E’ stato fatto uno spostamento di struttura in modo autonomo, senza che fosse presentata alcuna richiesta da parte di chi sta svolgendo i lavori” sottolinea ancora il direttore del dipartimento veterinario.

“Noi siamo intervenuti e abbiamo accertato che il cantiere era stato avviato proprio nel luogo in cui era sita la colonia. Ora, di concerto con il sindaco, diamo la nostra disponibilità per ricostituire una colonia e un habitat dove i gatti possano sentirti tutelati. Interverremo a breve in questo senso”. Parallelamente, l’Ats sta cercando di ricostruire come si sono svolti i fatti, per capire “se si profilano illeciti sanzionabili” e per individuare “eventuali responsabilità da parte della ditta che ha iniziato i lavori”.

Anche l’amministrazione comunale, dal canto suo, sta valutando la situazione, per capire in quali passaggi sono state le eventuali omissioni. Ma soprattutto, come spiega l’assessore alla partita, Simona Pasquali, “a breve incontreremo tutti gli enti coinvolti e i volontari della colonia per capire come risolvere la cosa. Stiamo molto attenti al benessere animale e monitoriamo le colonie costantemente. Ora l’imperativo è ripristinare quella distrutta per garantire il benessere di questi gatti”.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti