Ultim'ora
Un commento

Treni in transito con le sbarre
alzate, 'allarme sociale'. La
procura apre procedimento

La foto si riferisce all'incidente del 15 agosto

Il treno che passa con le sbarre alzate. Troppi i casi accaduti in queste settimane nel nostro territorio, tanto che la Procura della Repubblica di Cremona ha aperto un procedimento conoscitivo volto ad acquisire eventuali notizie di reato in relazione ai fatti riportati dalle cronache. L’ultimo caso risale a domenica scorsa a Pizzighettone sulla Mantova-Cremona-Codogno. Il semaforo era rosso, ma il treno è transitato con le sbarre del passaggio a livello che non si sono abbassate. Episodi simili sono stati registrati a Grumello, Malagnino, Casalbuttano e Cremosano. Per fortuna non è accaduto nulla di grave, come invece successo il 15 agosto scorso al passaggio a livello tra Maleo e Codogno, dove ha perso la vita la 34enne Elisa Conzadori, la pizzighettonese travolta dal Mantova-Milano in transito proprio in quel momento. Secondo una prima ricostruzione degli eventi, le sbarre del passaggio a livello non si sarebbero abbassate a causa di un guasto. Anche per evitare tragedie di questo genere, la procura si è messa in moto su “fatti che non appaiono come isolati, relativi al cattivo funzionamento dei sistemi di sicurezza stradale, i cosiddetti passaggi a livello”, ha precisato il procuratore Roberto Pellicano. Saranno dunque svolti accertamenti tesi ad “isolare eventuali inosservanze di norme o negligenze sul funzionamento di questi dispositivi”. L’ipotesi di indagine riguarda i reati di comune pericolo procedibili anche nella forma colposa. “Si tratta di fatti”, ha concluso il procuratore, “che destano allarme sociale e che non possono restare fuori dallo spettro di valutazione delle procure”. Il procedimento è iscritto nel ‘modello 45’: non c’è ancora, cioè, uno specifico reato individuato, nè una persona ipoteticamente responsabile. Il fascicolo è stato affidato al sostituto procuratore Davide Rocco.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti