Ultim'ora
Commenta

Primi 2 casi positivi nelle scuole
infanzia comunali: scattato
il protocollo definito dall’ATS

(foto di repertorio)

Stamane sono stati riscontrati da ATS Val Padana i primi due casi di positività al Coronavirus nelle scuole infanzia comunali. Il primo caso è relativo ad un bimbo della scuola infanzia comunale Martini, nella sezione piccoli. Il secondo caso è relativo ad un bimbo che frequenta la scuola infanzia S. Giorgio nella sezione dei mezzani. Dal Comune fanno sapere che è scattato immediatamente il protocollo definito da ATS: le famiglie con i figli allievi nelle due sezioni sono state contattate e richiamate al rispetto rigoroso dell’isolamento fiduciario per il proprio figlio/a con decorrenza immediata e fino al 25 ottobre per la sezione della scuola infanzia Martini, fino al 26 ottobre per la sezione della scuola infanzia S. Giorgio. Anche il personale educativo è stato interessato dalle medesime procedure di isolamento fiduciario. Nel frattempo sono state attivate le procedure di sanificazione dei locali delle sezioni interessate.

“Ci terremo in contatto con i bimbi a cui auguriamo una rapida guarigione e con le loro famiglie, mentre l’attività delle altre sezioni delle scuole interessate potrà continuare in sicurezza in quanto la situazione è costantemente monitorata seguendo tutte le norme che sono state previste dall’autorità sanitaria ed il rapido intervento rispetto ai casi riscontrati ne sono la dimostrazione”, ha dichiarato al riguardo l’Assessore all’Istruzione Maura Ruggeri.

Nella mattinata di oggi, martedì 20 ottobre, era stato accertato anche un caso positivo alla scuola media Vida e un altro positivo sembrerebbe essere risultato alle elementari Manzoni. Il primo caso era stato registrato alla primaria di San Bassano, poi erano emersi nel cremasco, alla scuola Borgo San Pietro e Sergnano, poi era stata la volta delle superiori, soprattutto cremonesi: dall’Einaudi all’Aselli, passando per la Beata Vergine. La situazione, in ogni caso, è in divenire. Quel che è certo che la risalita della curva del contagio non sta risparmiando le scuole che si stanno trovando ad affrontare sempre più casi.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti