Ultim'ora
Commenta

Avantea, ok dal Consiglio
Comunale all'ampliamento
Iniziati i lavori preliminari

Mancano ancora due, anzi tre passaggi burocratici per l’inizio lavori di ampliamento Avantea dello scienziato Cesare Galli. Oggi in consiglio comunale è stata approvata all’unanimità definitivamente la variante al piano regolare dell’area di via Porcellasco. Poi lo scienziato dovrà presentare il piano attuativo in Comune e passerà ancora un mese e mezzo, poi di nuovo lasciare altro mese di attesa. Con il 2021 i lavori dovrebbero iniziare. Il condizionale è d’obbligo perché lo scienziato è dal 2018 che si sta destreggiando nelle presentazione di carte, complice il fatto che quell’area era terreno agricolo . In questi giorni inoltre a sue spese ha dovuto sostenere degli scavi archeologici, essendo l’area vincolata, oltre alle spese per lo spostamento della linea del gasdotto.

Insomma una storia senza fine che dovrebbe vedere la luce il prossimo anno. Sui 30mila metri quadrati sarà costruito un nuovo laboratorio e degli stabulari. Dunque una palazzina con laboratori tecnici e uffici, due scuderie con i relativi paddock coperti e scoperti, letamaie, il fienile, i locali tecnici, i magazzini e lo stabulario dei suini. I lavori, come spiegato dallo scienziato, si divideranno in due lotti. Si tratta di edifici perfettamente assimilabili a quelli di un’attività agricola lasciando peraltro grandi spazi a verde destinati al pascolo degli animali. Questo ampliamento consentirà ad Avantea di sviluppare al meglio la sua attività di ricerca che ha prodotto nel tempo significativi risultati a livello mondiale.

L’avviso di deposito degli atti riguardanti la variante puntuale adottata fissava il termine per la presentazione delle osservazioni al 29 agosto 2020. Entro questo termine non è pervenuta alcuna osservazione. Regione Lombardia ha inviato il proprio parere, contenente prescrizioni, approvato con deliberazione della Giunta Regionale del 28 luglio 2020. La Provincia di Cremona ha inviato il proprio parere di conformità al P.T.C.P. (Piano Territoriale Coordinamento Provinciale), contenente prescrizioni, approvato con deliberazione del Presidente del 7 ottobre 2020. Il Servizio Pianificazione Urbanistica e Sportello Unico Edilizia ha predisposto le determinazioni relativamente ai pareri di Provincia e Regione in base ai quali ha modificato l’elaborato “Criteri d’intervento negli Ambiti di trasformazione”.

Silvia Galli

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti