Ambiente
Commenta

Tamoil, Legambiente: 'Dov'è la commissione che dovrà decidere del milione di euro?'

Molte le domande che restano senza risposta all’indomani dell’Osservatorio Tamoil. A fine seduta sono intervenute le associazioni ambientaliste, oltre ai Radicali di Sergio Ravelli.

Per il circolo di Vedoverde di Legambiente di Cremona, ha parlato Luigi Iengo, anticipando i contenuti della lettera protocollata in Comune e in attesa di riscontri.

La prima questione posta da Legambiente riguarda l’utilizzo della provvisionale risarcitoria ottenuta dal Comune grazie alla costituzione di parte civile di Gino Ruggeri, per un milione di euro: quando – si chiede l’associazione  – verrà istituita la commissione che dovrà valutare la destinazione di quella somma? Legambiente ha chiesto che in tale commissione possa entrare un esperto di propria fiducia, a “garanzia di un percorso di partecipazione e trasparenza”.

Di questa commissione in realtà si sono perse le tracce. La sua costituzione, insieme all’istituzione di un Fondo ad utilizzo vincolato per interventi a carattere ambientale,  era stata decisa dal Consiglio Comunale nella primavera del 2019, ed entro la fine dell’anno la commissione avrebbe dovuto essere nominata.

“La Commissione di valutazione – si legge nella delibera di consiglio del 19 aprile 2019 –  che sarà individuata con apposito decreto sindacale, oltre ad essere presieduta dal Segretario Generale, avrà al suo interno professionisti di alto profilo tecnico-scientifico e il Presidente del Consiglio come membro di diritto a garanzia di un percorso partecipativo e di massima trasparenza verso la cittadinanza”.

Il  gruppo di lavoro della commissione avrà il compito di valutare le proposte di interventi ambientali, riferendo poi al Consiglio Comunale, a cui spetterà l’ultima parola.

La seconda richiesta di Legambiente è relativa alla futura destinazione dell’area Tamoil, dove la dismissione della vecchia raffineria è conclusa dallo scorso novembre. gb

SCARICA QUI IL DOCUMENTO DEPOSITATO DA LEGAMBIENTE CREMONA

© Riproduzione riservata
Commenti