Commenta

'Fasulin de l'òc cun le cudeghe'
a Pizzighettone è già
scattato il conto alla rovescia

A fare la parte del leone sarà il piatto tipico delle solennità dei Defunti, cucinato con tre cotture giornaliere per un totale di quasi 80 quintali, pari a circa 18mila scodelle. Ma in tavola ci saranno anche altre specialità locali, tra cui salumi, formaggi, polenta fresca e abbrustolita, insalata di fagiolini dall'occhio con verdure fresche indicata anche per i veg, il dolce della festa (la torta rustica dei morti, sfornata in quasi 400 esemplari) e per finire lo sbùrlòn, liquore tipico dei Fasulin, a base di mele cotogne. 

PIZZIGHETTONE _ Venerdì 27 Ottobre, con  quasi 500 prenotati, si terrà la prima delle tre serate su prenotazione per gruppi di almeno 6 persone organizzate alla vigilia delle aperture al pubblico della tradizione rassegna ‘Fasulin de l’òc cun le cudeghe’ (oltre a Venerdì 27 Ottobre, Martedì 31 Ottobre e Venerdì 3 Novembre).

Da Sabato poi la manifestazione entrerà nel vivo. Una lunga maratona, quest’anno all’ambizioso giro di boa della 25esima edizione, che proseguirà poi per cinque giorni: l’ultimo weekend di Ottobre (Sabato 28 e Domenica 29), la festività del 1 Novembre e di nuovo il primo fine settimana di Novembre (Sabato 4 e Domenica 5). Con degustazione non-stop dalle 11 alle 23. A fare la parte del leone sarà il piatto tipico delle solennità dei Defunti, cucinato con tre cotture giornaliere per un totale di quasi 80 quintali, pari a circa 18mila scodelle. Ma in tavola ci saranno anche altre specialità di esclusiva produzione locale, tra cui salumi nostrani (salame e lardo), formaggi (raspadùra, gorgonzola, provolone Pizzighettone con mostarda), polenta fresca e abbrustolita, insalata di fagiolini dall’occhio con verdure fresche ottima anche per i veg, il dolce della festa (la torta rustica dei morti, sfornata in quasi 400 esemplari) e per finire lo sbùrlòn, liquore tipico dei Fasulin a base di mele cotogne. La location, le Casematte delle mura di via Boneschi riscaldate dai grandi camini d’epoca, con le isole di distribuzione e oltre 1.000 posti a sedere.

La macchina organizzativa dell’evento richiede circa sei mesi per l’organizzazione e quasi un mese per i montaggi e gli allestimenti. La maratona gastronomica, durante i giorni della festa, coinvolge oltre 250 volontari pizzighettonesi di tutte le età – va ricordato – non è una festa fine a se stessa ma un mezzo per raccogliere fondi che vengono ogni anno reinvestiti per progetti sulle mura, manutenzione compresa. Per il servizio anche quest’anno è stata siglata la collaborazione con le scuole, in particolare con Einaudi e CrForma, i cui allievi saranno accanto ai volontari.

Il prologo della 25^ Fasulin de l’òc cun le cudeghe, è stata la presentazione del nuovo volume ‘Pizzighettone Città Murata di Lombardia’ a cura di Gianfranco Gambarelli ed edito dal Gruppo Volontari Mura (con impaginazione e grafica di Amedeo Viciguerra e stampa Fantigrafica) che ripercorre a ritroso nel tempo la storia della città fortificata, sviluppando ulteriormente i temi della prima pubblicazione del 1995. Il volume (65 pagine). Il libro è stato presentato lunedì 23 Ottobre in sala consiliare dall’autore con introduzione del presidente del Gvm, Sergio Barili (in sala anche il sindaco Luca Moggi e gli assessori Anna Alquà e Marcello Melicchio); è disponibile presso l’Ufficio turistico di piazza D’Armi (Gruppo Volontari Mura), con contributo di  10 euro

Omaggio al 25° anno di fondazione (dei Fasulin ma anche dei Gruppo Volontari Mura, che si è ufficialmente costituito nel 1993),è poi  l’iniziativa ‘La vecchia fattoria-I contadini di una volta’, con la ricostruzione in scala reale della cascina – animali compresi – con oltre quaranta figuranti dell’omonimo gruppo di Pontoglio (Bs). La rappresentazione si svolgerà Sabato 28 e Domenica 29 Ottobre, tra via Boneschi e piazza Cipelli.

Molte anche quest’anno le iniziative collaterali. Sabato 28 e Domenica 29 Ottobre e Mercoledì 1 Novembre i portoni delle mura apriranno anche agli oltre cinquanta stand della 17^ BuonGusto, rassegna enogastronomica organizzata da Pizzighettone Fiere dell’Adda con produttori e commercianti specializzati di tipicità prodotti di nicchia, provenienti da tutta Italia, con molte curiosità e prelibatezze (Ingresso gratuito dalla Casamatta 23) . Il 4 e 5 Novembre ‘BuonGusto&Birra’, agli stand enogastronomici si aggiungeranno microbirrifici artigianali italiani di nord e centro Italia. Inoltre Castagnata di San Rocco (28-29 Ottobre, piazza Mercato), Visite guidate, Musei nelle mura e museo civico aperti, mostre e navigazione sull’Adda

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti