Commenta

Monitoraggio ponti, servono
più di 25milioni: segnalate
9 opere con priorità massima

Sono 36 le opere di competenza del Comune di Cremona segnalate all’Amministrazione provinciale in merito alla richiesta da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nell’ambito del monitoraggio sullo stato di conservazione e manutenzione delle infrastrutture stradali, ferroviarie e idrauliche che hanno un diretto e significativo riflesso sulla sicurezza e sulla salvaguardia della vita dei cittadini. L’elenco è stato presentato nella Giunta di ieri, mercoledì 29 agosto, dall’Assessore alle Infrastrutture Alessia Manfredini e dal Direttore del Settore Lavori Pubblici Marco Pagliarini. Lo stesso elenco sarà trasmesso alla Prefettura. L’Amministrazione comunale rende noto che è di 25milioni e 800mila euro la stima complessiva per interventi che riguardano soprattutto opere idrauliche necessarie per la prevenzione del rischio idraulico e geologico. Nel frattempo proseguirà l’aggiornamento delle verifiche statiche e dinamiche di ponti e cavalcavia, come già avvenuto per i sovrappassi di via Bergamo e via Milano la scorsa estate.

Nove gli interventi con ordine massimo di priorità. Per le opere idrauliche (consolidamento delle sponde del Naviglio Civico lungo via Naviglio, rifacimento della copertura del Cavo Cerca in via Brescia e realizzazione di una stazione di sollevamento e di una rete per le acque meteoritiche al sottopasso della tangenziale di via Monviso) sono previsti 1milione e 200mila euro, mentre per quanto riguarda le opere stradali si superano i 20milioni di euro con la realizzazione dello scolmatore est contro l’allagamento di San Felice e dei comuni limitrofi che ne richiede, secondo le stime del Comune, 15. Gli altri interventi con priorità massima riguardano la realizzazione del new jersey centrale in via Castelleone, la messa in sicurezza stradale e contro gli allagamenti del tratto San Felice-San Savino. Verifiche già avvenute con apposite prove nel dicembre 2017 per il consolidamento del muro di contenimento del tratto di tangenziale tra via Sacco e Vanzetti e via Sesto e il ripristino di calcestruzzo e armatura dei ponti sulla tangenziale di via Milano e via Bergamo.

Individuati con priorità alta gli aggiornamenti delle verifiche statiche e dinamiche sui ponti di via Bonizone-via Brescia, di via Sesto (sovrappasso tangenziale), di via San Francesco d’Assisi sul Cavo Cerca (presso via Boschetto), di via Milano sul cavo Morbasco (a Cavatigozzi), di via Nazario Sauro sul Naviglio Civico, interventi per cui è previsto un costo di 40mila euro l’uno. Le restanti opere hanno una priorità media: si va dal rifacimento del ponte di via dell’Annona sul Cavo Cerca del valore di 2milioni al rifacimento della copertura dello stesso Cavo Cerca presso via Cavo (50 mila euro). Sono, però, escluse dall’elenco le infrastrutture che insistono sul territorio comunale ma di competenza di altri enti. Per queste il Comune, in stretta sinergia con i diversi soggetti interessati, ne richiederà l’elenco con ordine di priorità, livelli di progettazione e importo stimato. E’ già in programma a tale proposito un incontro, il 6 settembre, alle 10.00, con i rappresentanti delle Province di Cremona e Piacenza, RFI, AIPO, Gavio/A21.

L’ELENCO DETTAGLIATO

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti