Ultim'ora
2 Commenti

Parcheggio multipiano via
Dante: via i lavori, incognita
navetta per i pendolari

Inizieranno non prima della seconda metà di febbraio i lavori per la realizzazione del secondo parcheggio multipiano di via Dante, a fianco del cavalcavia. La tempistica è stata comunicata ai rappresentanti dei pendolari delle linee Milano – Cremona – Mantova e Cremona – Brescia dall’assessore Simona Pasquali e dal dirigente Marco Pagliarini nel corso di un incontro di aggiornamento giovedì pomeriggio. I lavori partiranno dunque in forte ritardo rispetto alla tempistica prevista alla fine della scorsa estate, quando il progetto era stato presentato. “In questi giorni – spiega Matteo  Casoni, rappresentante del comitato InOrario – dovrebbero iniziare a fare i carotaggi; i tempi si sono  allungati anche a causa di alcune migliorie che la ditta  ha apportato al progetto e che dovevano essere recepite”. In precedenza, a rallentare l’avvio, c’era stato un problema con la disponibilità dell’area, di proprietà RFi, come il rudere che costeggia via Dante.

Durante l’incontro si è parlato anche delle soluzioni per il parcheggio dei pendolari: infatti l’area dietro all’Italmark non sarà disponibile per i 10 mesi di cantiere del multipiano. Troppo cara la soluzione del bus navetta da foro Boario (che tra l’altro non è gradita da tutti  i pendolari), il preventivo chiesto dal Comune a Km evidenzia cifre difficilmente affrontabili, 100mila euro, riducibili a 70mila, comunque troppi. La soluzione, hanno fatto sapere i tecnici comunali, potrebbe essere un’altra, ma ci vorrà ancora una decina di giorni per ufficializzarla. I pendolari, a suo tempo, avevano proposto che venisse reso disponibile, per il tempo del cantiere, il parcheggio interno di Rfi accanto alla stazione.

Intanto proseguono anche i lavori su via Dante, con notevoli disagi alla circolazione. Il parcheggio a fianco delle tramvie è accessibile solo come entrata, mentre per l’uscita occorre fare il giro di via Vecchia Dogana e tornare su via Dante da via Platani. L’avvio del cantiere del multipiano peraltro si sovrapporrà per alcuni mesi con quello lungo l’arteria principale. g.biagi

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti