5 Commenti

Commercianti di Castelvetro
'Costretti a chiudere se non
si riapre confine con Cremona'

Negozianti di Castelvetro sempre più preoccupati per il perdurare della chiusura dei confini con Cremona, situazione che sta andando avanti da tre mesi e che sta mettendo in ginocchio l’economia locale, da sempre basata sulla connessione con il capoluogo. Oggi pomeriggio è stato affisso il primo di una serie di striscioni che molto probabilmente punteggeranno da qui ai prossimi giorni la statale 10 dal Mezzano fino al centro commerciale Verbena, una lunga striscia di attività commerciali su cui tipicamente gravita la clientela cremonese.

 Ad avviare l’iniziativa è stata Sabina Buelli, titolare della boutique La Papaya: “Io avevo deciso di chiudere il negozio già una settimana prima del blocco. Ora mi ritrovo a dover pagare la merce e una dipendente, senza incassare nulla, qui è il deserto. Siamo allo stremo, il 90% di noi commercianti è in sofferenza. Il permanere del divieto ad attraversare i confini regionali ci sta creando enormi difficoltà: è brutto non potere incontrare amici, parenti, fidanzati, ma non da meno è la questione economica che si sta ponendo. Lunedì  ci incontreremo in videochat con il sindaco di Castelvetro: non so quanti di noi imprenditori riusciranno a collegarsi, speriamo ne esca qualcosa di positivo, ma sinceramente sono dubbiosa, anche perchè quello che servirebbe sono provvedimenti immediati”.

Sara Pizzorni

Nel servizio di Federica Bandirali e Sara Pizzorni (riprese Marco Zambelli), anche le parole del sindaco Luca Quintavalla (guarda qui)

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Chicca

    Hanno ragione, ci divide un ponte !!!

    • topo2020

      concordo; che strano l’effetto virus: di solito il ponte unisce

  • jiustis

    CI PENSA IL NOSTRO CONTE A INNONDARVI DI SOLDI STATE TRANQUILLI

    • Chicca

      Aspetta e spera !!

    • Joker

      Mister Helicopter money!🤣🤣🤣