Cronaca
Commenta

Altra tegola su colonia via Bissolati:
imposto stop all'accoglienza dei mici

Basta nuovi ingressi di gatti alla maxi colonia felina di via Bissolati, dove fino a poco tempo fa venivano accolti tutti i mici abbandonati. Cosa che ora l’Apac, non può più fare, su ordine dell’Ats e della Fondazione Stauffer, proprietaria della struttura.

A denunciare la cosa è Maria Pia Superti, responsabile della Lav di Cremona, che in queste ultime settimane si è trovata a dover gestire un grande quantitativo di nuovi arrivi senza poter contare sull’appoggio di Apac, come prima faceva sempre.

E questo proprio in un periodo in cui gli abbandoni sono all’ordine del giorno. “Quotidianamente chiama qualcuno che ha trovato gatti e non può tenerli” spiega. “Ma noi come Lav non abbiamo una struttura apposita in cui collocarli”. Dunque sono le volontarie che si accollano i nuovi arrivi, tenendoli in casa propria. “Da giugno ho tenuto in stallo 20 mici, poi dati in adozione” continua Superti. “Ma attualmente non posso più ospitare nessun gatto perché tra quelli che ho adesso in stallo c’è un’epidemia di parvovirus, e ne ho cinque che lottano tra la vita e la morte”.

E con le altre volontarie che non hanno più posto perché anch’esse piene di felini abbandonati per i quali cercare un’adozione, quello di Superti è un grido d’allarme: “E’ una situazione assurda, e non sappiamo più dove portare i gatti in difficoltà”.

D’altro canto l’Apac non se la passa meglio: sull’associazione pende lo sfratto esecutivo ricevuto un paio di mesi fa dalla Fondazione Stauffer, che ha imposto un’accelerata sulla realizzazione del nuovo Gattile, il cui progetto è quasi pronto. I tempi tuttavia, come aveva sottolineato anche l’assessore Simona Pasquali, non saranno brevissimi, a discapito dei gatti abbandonati, che ora non hanno più un luogo sicuro dove rifugiarsi.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti