Cronaca
Commenta

Mosca: "Non nutro rancore, voglio
solo tornare al mio posto di lavoro"

“I miei pazienti e i miei colleghi mi aspettano. Voglio solo tornare al mio posto di lavoro”. Queste le parole pronunciate dal medico cremonese Carlo Mosca, ex primario del pronto soccorso dell’ospedale di Montichiari, assolto ieri dalla Corte d’Assise di Brescia dall’accusa di aver intenzionalmente ucciso tre pazienti malati di Covid nel marzo del 202o.

La Corte, che lo ha liberato dagli arresti domiciliari dove era ristretto dal 25 gennaio del 2021, ha anche trasmesso gli atti alla procura con l’ipotesi di reato di calunnia nei confronti di Michele Rigo e Massimo Bonettini, i due infermieri che per la difesa avrebbero “costruito prove false” contro l’ex primario. “Non provo rancore verso nessuno”, ha detto Mosca, a processo difeso dagli avvocati Elena Frigo e Michele Bontempi.

Il servizio di Sara Pizzorni

Video di Marco Zambelli 

© Riproduzione riservata
Commenti